La dermatite da panno, in età infantile e senile, è la più frequente affezione cutanea dell’area genitale. La sua definizione indica una correlazione tra eruzione cutanea e il panno stesso.

I fattori scatenanti sono rappresentati dalle abitudini dietetiche, numero di cambi del panno e igieniche, ma quello più importante è rappresentato dalla contemporanea presenza di feci ed urine, che comporta una iperidratazione dovuta all’acqua, presente nelle urine, che irrita la cute aumentandone la frizione con il panno. Infatti le feci da sole a contatto con la pelle asciutta hanno scarso potere irritante, così come la sola urina, ma la loro concomitante presenza porta alla formazione di ammoniaca e quindi ad un aumento del pH a causa di processi enzimatici che danneggiano la pelle già macerata ed edematosa provocando l’eritema.

Si può andare incontro alla sovrapposizione di Candida Albicans, Streptococchi, Staphylococcus aureus, Enterobacteriacee che contribuiscono ad un peggioramento della dermatosi aggravando il quadro stesso e implicando altre dermatosi come quella atopica, seborroica, psoriasi e aniti streptococciche. Per cui in questi casi è bene osservare quali lesioni sono presenti sulla pelle (eritema, erosione, piaghe, pustole) e la loro localizzazione così da poterne discutere con il personale medico adeguato.

E’ importante per evitare l’insorgere dalla patologia l’uso di panni monouso con una adeguata capacità assorbente e della giusta misura così da evitare la frizione del panno stesso con la cute per non irritarla. Ma in caso di patologia è fondamentale una corretta detersione, due volte al giorno e ad ogni cambio con liquidi delicati possibilmente contenenti antimicrobici così da rimuovere residui di feci ed urine da tutte le pieghe cutanee; così come è importante applicare prodotti ad azione emolliente, rigenerante della cute, sfiammante e protettiva così da isolare la pelle dal contatto con sostanze irritanti.

L’utilizzo di prodotti di qualità che siano adeguati alle esigenze fisiche della persona, associata ad una corretta alimentazione e ad alcuni accorgimenti (corretta detersione e l’applicazione di paste protettive adeguate) permette di diminuire l’insorgenza delle dermatiti e delle loro complicanze.

Dott.ssa Roberta Fois